CAMPIONATI NAZIONALI - FINALI CALCIO 11

CAMPIONATI NAZIONALI - FINALI CALCIO 11

Nella semifinale il VCO Spurghi perde per 1 - 0 ... Leggi tutto

12 Luglio 2014

CAMPIONATI NAZIONALI - FINALI CALCIO A 7

CAMPIONATI NAZIONALI - FINALI CALCIO A 7

  Prima vittoria per gli ossolani del Real... Leggi tutto

12 Luglio 2014

CAMPIONATI NAZIONALI - FINALI CALCIO 11

CAMPIONATI NAZIONALI - FINALI CALCIO 11

Ultima gara di qualificazione per il VCO Spurghi... Leggi tutto

12 Luglio 2014

CAMPIONATI NAZIONALI - FINALI CALCIO A 7

CAMPIONATI NAZIONALI - FINALI CALCIO A 7

  Seconda sconfitta per il Real Domo ... Leggi tutto

11 Luglio 2014

CAMPIONATI NAZIONALI - FINALI CALCIO 11

CAMPIONATI NAZIONALI - FINALI CALCIO 11

Nella seconda gara il VCO Spurghi vince ai rigor... Leggi tutto

11 Luglio 2014

CAMPIONATI NAZIONALI - FINALI CALCIO A 7

CAMPIONATI NAZIONALI - FINALI CALCIO A 7

  Brutta sconfitta per il Real Domo c... Leggi tutto

10 Luglio 2014

CAMPIONATI NAZIONALI - FINALI CALCIO 11

CAMPIONATI NAZIONALI - FINALI CALCIO 11

Non tradisce le attese la corazzata di Daniele M... Leggi tutto

10 Luglio 2014

CAMPIONATI NAZIONALI - FINALI CALCIO A 7

CAMPIONATI NAZIONALI - FINALI CALCIO A 7

  Pubblicato il calendario delle finali di... Leggi tutto

09 Luglio 2014

2014 2015
Tutta la documentazione per la nuova stagione sportiva la trovate nello "Spazio Società"
Apertura Uffici Lunedì 25 Agosto

ilpuntoI trofei più belli delle finali sono quelli riposti nella bacheca del cuore

Finali nazionali in dirittura di arrivo. Tranne atletica leggera, orienteering e corsa su strada, che assegneranno i titoli tricolore a settembre e ottobre, gli ultimi scudetti Csi sono in palio in questi giorni a Montecatini Terme, dove mille atleti sono impegnati nelle gare conclusive degli sport di squadra Top junior e Open.

Complessivamente da marzo ad oggi sono stati assegnati centinaia di titoli nazionali: a marzo le finali nazionali di sci (457 partecipanti); ad aprile la corsa campestre (1632 atleti) e il tennistavolo (297 pongisti); nel mese di maggio il judo (501 judoka), il karate (248 kimono), la ginnastica artistica (1.482 partecipanti), e il nuoto (1.037 atleti); a giugno la ginnastica ritmica (775 partecipanti), e gli sport di squadra under 10-12 (711 atleti). Cui vanno aggiunti i ragazzi impegnati nelle recentissime finali dei campionati nazionali a squadre allievi e juniores e under 14. Una “striscia” lunghissima, che per ora ha già coinvolto complessivamente oltre 8.000 persone. Roba da “tutto esaurito”, anche e non solo dal punto di vista logistico. Ciò che conta di più, dentro questi numeri ci sono valori e significati che meritano di essere condivisi. Prima di tutto le nostre non sono mai state “semplici” finali. Ogni manifestazione ha avuto il sapore di un’esperienza di vita. La Santa Messa, le serate associative, i momenti formativi, i gemellaggi tra le squadre, l’amicizia e la festa sono stati elementi che hanno caratterizzato ogni appuntamento.

Lo scendere in campo e un sano agonismo erano solo uno degli ingredienti e non il solo motivo per cui era bello essere alle finali nazionali. Non è esagerato dire che sono stati contenitori educativi a tutto tondo. Di questo siamo orgogliosi. Siamo ancora a più orgogliosi pensando a tutto quanto sta dietro ogni finale. Per avere un numero di finalisti così grande bisogna avere un’attività provinciale immensa. Ed è esattamente quello che ha il Centro Sportivo Italiano. Se pensiamo solo alle attività di squadra, durante l’anno ogni settimana scendono in campo qualcosa come circa 43mila squadre in tutta Italia. Ci sono centinaia di finali provinciali e decine e decine di finali regionali.

Come sanno tutti, nel Centro Sportivo Italiano il risultato non è certo la cosa più importate. Noi misuriamo i successi della nostra stagione sportiva in termini educativi. Sono i sorrisi, la crescita umana dei ragazzi... i “trofei” che noi collezioniamo nella bacheca del cuore. Tuttavia non abbiamo paura di una sana dimensione di agonismo. Non abbiamo paura di mettere in campo finali provinciali, regionali e nazionali con la certezza di viverle sempre con il nostro carisma educativo. Siamo anche convinti che il bene vada fatto bene. Ecco perché la nostra attività sportiva non è mai superficiale o approssimativa, ma si basa su una buona (per non dire ottima) organizzazione. Questo vale per ogni campionato o manifestazione provinciale e vale due volte per le finali nazionali. In tutti noi, però, rimane la sensazione che la “finale delle finali” sia stata disputata in piazza San Pietro lo scorso 7 giugno. Una partita che ha visto scendere in campo più di 90mila persone per incontrare il nostro capitano, papa Francesco. Un “trofeo” che resterà al posto d’onore nella bacheca del cuore. 

 

logo sport24
logo sport in tour
logo sport by night